Credito d'imposta per botteghe e negozi

RIFERIMENTO: Art. 18 D.L. CURA ITALIA - N. 18/2020 - LEGGE DI CONVERSIONE N. 27/2020

1) BENEFICIARI: ai soggetti esercenti attività d’impresa; non si applica alle attività essenziali ricomprese nel decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 11 marzo 2020, restano pertanto fuori le imprese che svolgono attività agricola di produzione di beni essenziali (beni alimentari).

Possono beneficiarne anche i titolari di un contratto di locazione di immobile rientrante nella categoria catastale C/1.

Si ritiene che tale bonus possa essere utilizzato anche da coloro i quali esercitano attività agricola anche utilizzando botteghe e negozi accatastati nella categoria C/1.

2) SOGGETTI ESCLUSI: sono esclusi tutti i contratti di locazione di immobili rientranti nelle altre categorie catastali anche se aventi destinazione commerciale (ad es. è esclusa la categoria D/8; circolare n. 8/2020 dell’AdE);

L’Agenzia delle Entrate con la circolare n. 8/E 2020 chiarisce che per usufruire dell’agevolazione è necessario che il soggetto beneficiario effettui il pagamento del canone di locazione per il mese di marzo.

Il beneficio peraltro non spetta invece alle attività non soggette agli obblighi di chiusura, in quanto identificate come essenziali, indicate negli allegati 1 e 2 del suddetto DPCM dell’11 marzo 2020 .

3) TIPO AGEVOLAZIONE: è riconosciuto, per l’anno 2020, un credito d’imposta nella misura del 60 per cento dell’ammontare del canone di locazione, relativo al mese di marzo 2020, di immobili rientranti nella categoria catastale C/1.

4) UTILIZZAZIONE DEL CRETIDO D’IMPOSTA: tramite modello F24 da presentare esclusivamente attraverso i servizi telematici messi a disposizione dall’Agenzia delle Entrate, è istituito il codice tributo:

“6914” denominato “Credito d’imposta canoni di locazione botteghe e negozi - articolo 65 del decreto-legge 17 marzo 2020, n. 18”