Norme in materia di versamento IRAP

ARGOMENTO: Disposizioni in materia di versamento dell'IRAP.

RIFERIMENTO: Art. 24 del D.L. Rilancio

1) BENEFICIO: Non è dovuto il versamento del saldo dell’imposta regionale sulle attività produttive relativa:

  • Al saldo IRAP dovuto per l’anno 2019, pari al minor importo tra l’imposta effettivamente dovuta per il 2019 calcolata, e la somma degli acconti previsti per il 2019;

  • all’acconto relativo al 2020, che equivale al 40% dell’ammontare dell’imposta dovuta per l’anno 2019.

2) BENEFICIARI: L’agevolazione è riconosciuta solamente:

    • alle imprese, con un volume di ricavi nell’anno d’imposta 2019 non superiore a 250 milioni;

    • ai lavoratori autonomi, con compensi nell’anno d’imposta 2019 non superiore a 250 milioni.

La norma interessa anche il settore agricolo con particolare riferimento alle attività agricole non rientranti nel reddito agrario (ad es. l'attività di allevamento di animali con terreni potenzialmente insufficienti a produrre almeno un quarto dei mangimi necessari)

Il beneficio non interessa coloro che esercitano un'attività agricola rientranti potenzialmente nel reddito agrario di cui all'art. 32 del TUIR in quanto a tali soggetti non è applicabile l'IRAP.