Norme speciali in materia di trattamento ordinario di integrazione salariale e assegno ordinario

RIFERIMENTO: DECRETO CURA ITALIA - D.L. n. 18/20 Art. 19

1) BENEFICIARI: Le imprese che hanno diritto ai trattamenti ordinari di integrazione salariale e assegno ordinario che sospendono o riducono l’attività a seguito dell’emergenza epidemiologica in corso hanno diritto a presentare la domanda di integrazione salariale con causale “Emergenza CODIV-19” per numero 9 settimane decorrenti dal 23 febbraio 2020 fino al agosto 2020.

2) COME PRESENTARE LA DOMANDA: La domanda può essere presentata dai datori di lavoro, con le consuete modalità, per periodi decorrenti dal 23 febbraio 2020 al 31 agosto 2020 e per una durata massima di 9 settimane.

Le aziende non devono fornire alcuna prova in ordine alla transitorietà dell’evento e alla ripresa dell’attività lavorativa né, tantomeno, dimostrare la sussistenza del requisito di non imputabilità dell’evento stesso all’imprenditore o ai lavoratori. Conseguentemente, l’azienda non dovrà redigere e presentare in allegato alla domanda la relazione tecnica, ma solo l’elenco dei lavoratori beneficiari.

Le aziende possono chiedere l’integrazione salariale per “Emergenza COVID-19 nazionale” anche se hanno già presentato una domanda o hanno in corso un’autorizzazione con un’altra causale; il periodo concesso con causale “Emergenza COVID-19 nazionale”, prevale difatti sulla precedente autorizzazione o sulla precedente domanda non ancora definita. Queste ultime saranno annullate d’ufficio per i periodi corrispondenti.

La domanda, in ogni caso, deve essere presentata in via telematica entro la fine del quarto mese successivo a quello in cui ha avuto inizio il periodo di sospensione o di riduzione dell'attività lavorativa.

3) A CHI VA PRESENTATA LA DOMANDA: Le domande per accedere alle prestazioni di CIGO e di assegno ordinario sono disponibili nel portale INPS, www.inps.it, nei Servizi online accessibili per la tipologia di utente “Aziende, consulenti e professionisti”, alla voce “Servizi per aziende e consulenti”, opzione “CIG e Fondi di solidarietà”, oppure nel portale “Servizi per le aziende ed i consulenti”, con le consuete modalità.

Al momento dell’inserimento della scheda causale, sia per quanto concerne la domanda di assegno ordinar\io, che per il trattamento di integrazione salariale ordinario, sarà possibile scegliere l’apposita causale denominata “COVID-19 nazionale”. Questa scelta comporterà il fatto di non dover allegare alcunché alla domanda, eccetto l’elenco dei lavoratori beneficiari.